POKER

POKER:

DATA: 11/11/2017

 FRANCESCO MONTANARI e compagnia GANK

testo di Patrick Marber

traduzione Carlo Sciaccaluga

scene e costumi Laura Benzi

regia ANTONIO ZAVATTERI

e con (i.o.a.): Massimo Brizi, Alberto Giusta, Aldo Ottobrino, Matteo Sintucci, Federico Vanni

Un ristorante. Il proprietario e suo figlio, due camerieri e il cuoco. 
Ogni domenica sera dopo la chiusura, e prima del giorno di riposo, questi vanno nello scantinato del locale e giocano a poker tutta la notte. Le settimane e la vitadi queste cinque persone sono scandite da questa consuetudine. Le loro passioniele loro speranze si condensano in questa notte di sfida reciproca, in cui si cerca il riscatto:una settimana di gloria. 
Questa routine viene spezzata dall'ingresso in scena, e quindi al tavolo da gioco, di un personaggio misterioso per quasi tutti i protagonisti della vicenda, ma non per il pubblico,cheporta,alla commedia e alla vita dei nostri amici,disequilibrio e curiosità,e a noi che assistiamo e che conosciamo elementi sconosciuti ai nostri eroi, una suspance sui possibili sviluppi degli avvenimenti e della partita che si giocherà.

 

Sei personaggi da ridere in un gioco di sfumature.
Poker: Lo spettacolo più coinvolgente visto dal molto tempo a questa parte.
C’è un fondo di serietà, che si fa luce a poco a poco. Ma si ride, o sorride, in continuazione. Ci affascinano, o interessano, i suoi sei personaggi. Il protagonista, “Pollo”, Francesco Montanari … è un attore formidabile, una rivelazione, un vero performer, che (si indovina) potrebbe recitare in mille altri ruoli. Antonio Zavatteri è Stephen, ed è anche il perfetto regista dello spettacolo. La misura è lo stile del suo personaggio e del suo lavoro.
Ma indiscutibili, da elogiare tutti a pieni voti, sono anche Alberto Giusta (Sweeney) Aldo Ottobrino (Franckie), Massimo Brizi (Ash) e Matteo Sintucci (Carl). Costoro costituiscono la compagnia Gank, non dimentichiamone il nome.

dalla recensione di Franco Cordelli, Corriere della Sera, giovedì 2 novembre 2017

 

La prima commedia di Patrick Marber - ex cabarettista, autore anche del successivo CLOSER,  uno dei must della nuova drammaturgia inglese - è una creazione perfetta, leggera, crudele e molto, molto divertente.

Lo spettacolo è composto da due tempi per una durata complessiva di due ore circa

 

Per acquistare subito i tuoi biglietti clicca qui!
(Vi segnaliamo che i posti dal 1° al 3° ordine di palchi si renderanno disponibili quindici giorni prima della data dello spettacolo)

 






La Storia
Chi Siamo
Eventi
Programma
Biglietteria
Calendario


PRESS AREA




© 2018 Teatro Sociale Camogli - 01331050995